Ciao e grazie di cuore

Le parole sono importanti, soprattutto nel nostro lavoro, ma ci piacciono anche i fatti, quindi veniamo subito al punto: WePub chiude i battenti.
Purtroppo, per svariati motivi, non siamo più in grado di sostenere la mole di lavoro richiesta dalla gestione di una casa editrice.
Avremmo potuto semplicemente tirare avanti fino alla naturale scadenza dei contratti, ma non ci sembra corretto nei confronti né dei nostri autori né dei lettori. A partire dal prossimo 1 marzo quindi i nostri ebook non saranno più in vendita.
Siamo molto orgogliosi di quello che abbiamo realizzato: l’attività di scouting, il lavoro con gli autori e il rapporto diretto con i lettori ci hanno arricchito moltissimo. In questi pochi anni abbiamo pubblicato con grande soddisfazione una ristretta selezione di opere che, secondo noi, meritavano di essere diffuse e lette: insomma, la nostra scommessa è stata ampiamente vinta.
Grazie a tutti per averci accompagnato e sostenuto in questa bellissima avventura.

WePub

L’IVA al 4% e un nuovo romanzo

Come molti di voi certamente sanno, a partire dal 1 gennaio l’IVA sugli ebook è stata equiparata a quella dei libri cartacei (4%). Questo risultato è stato ottenuto a seguito di una massiccia campagna (la famigerata #unlibroèunlibro) promossa da AIE e sostenuta (ovviamente) dagli editori italiani.

Come si intuisce dal nome, la campagna ha fatto leva sul lato emotivo della vicenda, concentrandosi sui contenuti e tralasciando la forma. Forma che, tuttavia, ha molto a che fare con i reali motivi per cui i libri godono dell’IVA agevolata. Se volete approfondire l’argomento vi segnaliamo due articoli, uno di Sergio Donato, autore di È qui che dobbiamo stare, l’altro di Marco Ghezzi, fondatore di Bookrepublic.

Sia chiaro: anche noi siamo felici della riduzione dell’IVA sugli ebook. A nostro avviso, però, questa operazione nasce da premesse parzialmente errate e rischia di essere «discriminatoria» nei confronti di altre forme di intrattenimento digitali. In breve: per quale motivo un ebook, che è in tutto e per tutto un file, può godere dell’IVA al 4%, mentre un album in mp3 (o un film in formato digitale, o ancora un videogioco in digital delivery) no? Forse, invece di strillare slogan e postare foto sui social network, sarebbe più utile una riflessione in merito.

Molti lettori si sono (giustamente) chiesti: dal momento che l’IVA è scesa, anche i prezzi degli ebook si sono adeguati di conseguenza? Nella maggioranza dei casi la risposta è no, o comunque l’abbassamento dei prezzi non è stato proporzionale a quello dell’IVA. Nel nostro caso, abbiamo deciso di mantenere i prezzi dei nostri ebook invariati per un motivo molto semplice: li vendevamo già a prezzi estremamente contenuti.

Ma passiamo a cose più interessanti: abbiamo ufficialmente iniziato a lavorare a un nuovo ebook. Si tratta di un romanzo epistolare scritto a 6 mani, ambientato in parte a Bologna, in parte a Praga, in parte in qualche remoto angolo d’Europa. Per ora non possiamo dirvi altro, tranne una cosa: è esilarante! La data di pubblicazione è ancora incerta: dopo una fase di lavorazione preliminare inizieremo in questi giorni l’editing vero e proprio. L’obiettivo, comunque, è farlo uscire entro la primavera.

Buone letture, a presto!

Nunoe is alive!

Spillette

Senza dubbio, non appena il suo corpo avesse toccato il suolo, la notizia sarebbe subito rimbalzata su tutti i mezzi d’informazione, facendo di lei un personaggio pubblico, anche se già morto – lei che in Giappone non aveva vissuto praticamente mai. La sua vita e la sua faccia sarebbero diventate quasi istantaneamente cibo per aziende affamate di gadget. Sarebbe nata una campagna pubblicitaria dedicata al suo gesto, o meglio, che dal quel gesto avrebbe preso spunto per lanciare una linea di merchandising griffato, prodotto con una tempestività impressionante, come se, dal punto di vista temporale, la comunicazione pubblicitaria si affiancasse alla notizia. Avrebbero commercializzato un videogame multipiattaforma dedicato a Nunoe e un CD di anime music come colonna sonora della sua vicenda. Si sarebbero prodotti docudrama per le TV tematiche. Un manga sarebbe entrato in produzione di lì a poco. Nunoe riesce a figurarsi l’evoluzione di una specie di isteria di massa nei confronti di una se stessa non più viva, un’isteria provocata da un marketing aggressivo e, soprattutto, simultaneo. Ecco, sì, un marketing simultaneo.
Così Nunoe immagina che il suo cadere a dirotto venga accompagnato da centinaia di piccole bambole filiformi e biancovestite, fino a quando non comincia addirittura a vedersele intorno, ciascuna con riprodotti sul visino in lattice i suoi lineamenti immaturi, ma già determinati; che il suo precipitare sia festeggiato da qualche migliaio di spillette metalliche con la provocatoria scritta NUNOE IS ALIVE! in negativo bianco su fondo nero e le sembra di sentirsele addosso, colpirle testa e spalle, in un turbine autoreferenziale; che una vera e propria nuvola di cartoline illustrate galleggi intorno a lei, raffiguranti, in uno stile iperrealista che le fa storcere il naso, una Nunoe alle prese con i più svariati tipi di suicidio, dalle lamette alla corda insaponata, dai binari del treno ai barbiturici, fino alla pistola alla tempia e all’ossido di carbonio, ognuna con lo slogan, a quel punto ormai famoso, NUNOE IS ALIVE!

Filippo Loro, Pratiche d’amore nell’emisfero australe

Manca poco!

Quote Ebook Filippo Loro

Ci siamo quasi: venerdì esce il nostro nuovo ebook, Pratiche d’amore nell’emisfero australe di Filippo Loro, il “papà” di Judith.

Il romanzo racconta la storia di Nunoe, moglie adolescente di un diplomatico giapponese.
Nunoe sta precipitando. Si è appena buttata dal decimo piano del nuovissimo municipio di Melbourne. E si è appena innamorata di un surfista australiano. La serata di inaugurazione del nuovo municipio non avrebbe potuto avere esito più imprevisto.
Nunoe precipita e con lei frammenti di futuro, ricordi e pensieri. Tra non molto si schianteranno con lei sull’asfalto, dove tutto avrà fine. O, forse, avrà inzio.

In questi giorni stiamo pubblicando alcune citazioni dei protagonisti del romanzo, i personaggi che si incrociano e si sfiorano durante la festa di inaugurazione: se volete cominciare a conoscerli, le trovate tutte in questa bacheca su Pinterest.

“Pratiche d’amore nell’emisfero australe”: un nuovo ebook in arrivo

Cover

Venerdì 26 settembre uscirà l’ebook Pratiche d’amore nell’emisfero australe, il nuovo romanzo di Filippo Loro di cui da ieri vi stiamo proponendo alcune pillole.

È la storia di una giovanissima (e geniale) ragazza giapponese e di un surfista (e playboy) australiano, di una regista militante e di un diplomatico nipponico, di una femme fatale e di un sindaco ossessionato da Central Park, tutti riuniti alla festa di inaugurazione dell’edificio più ecocompatibile al mondo, di un volo a precipizio e di un tanatoprattore. È una storia fatta di tante storie e di personaggi che ci hanno conquistato fin dalle prime pagine.

Ne volete un assaggio? Lunedì prossimo tutti gli iscritti alla nostra newsletter riceveranno i primi capitoli dell’ebook in anteprima. Se non siete ancora iscritti alla nostra newsletter, rimediate subito: basta compilare l’apposito form in homepage sul nostro sito (è questione di pochi secondi!).

iscrizione newsletter wepub

E, a proposito di anticipazioni: come sapete, da alcuni mesi abbiamo sospeso la ricezione di nuove opere. Stiamo però finendo di smaltire gli arretrati, per cui a partire da inizio ottobre sarà di nuovo possibile inviarci manoscritti. Stay tuned e a lunedì!

Tanti auguri WePub!

Oggi WePub compie due anni. (In realtà il nostro compleanno cadrebbe il 29 febbraio, ma, per non dover brindare solo una volta ogni 4 anni, abbiamo posticipato di qualche giorno.)

Quando abbiamo iniziato questa avventura ci siamo impegnati a pubblicare storie di qualità a un prezzo accessibile: oggi, due anni e nove ebook dopo, possiamo dire di avere mantenuto quella promessa.

Per festeggiare insieme a voi questo traguardo e per ringraziarvi del vostro supporto abbiamo deciso di farvi un regalo: oggi i nostri primi due ebook, l’urban fantasy Ultimo orizzonte e l’antologia di racconti È qui che dobbiamo staresono scaricabili gratis, al prezzo simbolico di un tweet (o di un post su facebook o G+).

La promozione è valida solo oggi: approfittatene!

Buona lettura e a presto.

Una pausa necessaria

In più di 2 anni di attività abbiamo ricevuto centinaia di manoscritti: manoscritti che, come sapete, ci siamo impegnati a valutare, nessuno escluso.

Tutto ciò richiede molto tempo, più di quanto pensassimo: il risultato è che oggi ci troviamo con un’ingente mole di arretrati da smaltire.

Molti utenti ci scrivono per sapere quando leggeremo il loro manoscritto: in questo momento stiamo valutando le opere ricevute a febbraio 2013. Ci scusiamo con tutti per il protrarsi dell’attesa.

Per evitare un ulteriore accumulo di ritardi, abbiamo pertanto deciso di sospendere l’invio di nuove opere finché non avremo finito di valutare quelle fin qui ricevute.

Nel frattempo, una piccola anticipazione: stiamo lavorando a un nuovo romanzo. È ambientato in Australia (e in parte in Giappone), non ha ancora un titolo, è una storia bellissima e l’autore è una vecchia conoscenza…

A presto.

WePub

10 domande semiserie per autori digitali: Filippo Loro

Filippo Loro, copywriter di professione, ama i bonsai, il vino, i libri di David Foster Wallace e la black music. Insomma, lavoro a parte, tutta roba naturale. Ci ha conquistati con Judith, una di quelle donne capaci davvero di cambiarti la vita, e così abbiamo pubblicato anche Body 2.0, un racconto lungo apparso a puntate su THe iNCIPIT (se non conoscete THe iNCIPIT, colmate la lacuna!) dove di Judith si parla ancora.

1. Pubblicare in ebook. Per caso o per scelta?
Finora per scelta.

2. Completa la frase con tre aggettivi. Scrivere per te è…
Gratificante, frustrante, urticante.

3. Come sei presente sul web? (Blog, Twitter, Facebook…) E quanto?
Wordpress, Twitter, Facebook, Flickr, Google+, Diaspora… Sono presente quasi dovunque. E quasi mai.

4. Il personaggio di un libro con cui vorresti uscire a cena?
Con Alfred Lambert, l’anziano capofamiglia de Le Correzioni di Franzen.

5. E quello con cui perfino un caffè è troppo?
Uno qualsiasi dei personaggi di Proust.

6. L’autore di cui hai letto più libri?
Salman Rushdie.

7. Estate o inverno?
Autunno tendente all’inverno.

8. Meglio naufragare su un’isola deserta con un libro che hai già letto [se sì, quale?] o con uno ancora da leggere?
Assolutamente con uno già letto. Direi Infinite Jest.

9. Dove leggi ebook?
In tutti i luoghi dove ci sono tempi di attesa più o meno lunghi. Soprattutto in viaggio e in bagno.

10. In quale autore [di qualsiasi epoca] ti reincarneresti?
Jules Verne.

Pillole di editoria digitale (2)

Seconda puntata di Pillole di editoria digitale, rubrica aperiodica che racconta cosa succede di interessante nel mondo dell’editoria digitale (ma non solo) italiana (ma non solo).

Oggi ci occupiamo di libri e lettura in senso ampio e come prima cosa vi segnaliamo la nascita di Open Culture Atlas, nuovo progetto a cura di Tropico del Libro. Di cosa si tratta? Sostanzialmente di un atlante, una mappa che raccoglie e collega persone, luoghi ed eventi della cultura con lo scopo di evitarne la dispersione. Se volete saperne di più, Ivan Rachieli ha intervistato Francesca Santarelli, responsabile del progetto.

Dal 21 al 24 novembre Milano ospiterà la seconda edizione di Bookcity: qui potete consultare il programma della manifestazione. Come vi avevamo già segnalato, quest’anno ci saremo anche noi: domenica mattina alle 10 saremo infatti a Palazzo Reale per partecipare a un incontro dedicato alle nuove figure professionali legate all’editoria digitale. Se passate da quelle parti, magari beviamo un caffè insieme.

Sempre a Milano, sempre a Palazzo Reale, venerdì 22 novembre si terrà Librinnovando Business: 3 keynote speech, 2 tavole rotonde e l’assegnazione dei Librinnovando Awards alle startup e ai progetti più innovativi tra quelli presentati. Ci sarà inoltre l’occasione di assistere in anteprima a una presentazione dei Google Glass e dei loro possibili utilizzi in ambito education.

Infine, l’ultima segnalazione riguarda Amazon Source, il nuovo programma di affiliazione del colosso di Seattle che offre alle librerie indipendenti (solo statunitensi, per ora) la possibilità di vendere direttamente i reader Kindle (e di incassare una percentuale sulla vendita degli ebook) . Ne parlano, tra gli altri, Finzioni e Pianeta ebook.

Alla prossima!

P.s. Ieri sera è andata in onda la prima puntata di Masterpiece, talent show per aspiranti scrittori. L’avete vista? Che ne pensate?

La storia del mare il sindaco Bresson la venne a sapere tre mesi dopo la sua visita a Jacques Paget, precisamente l’11 novembre 1927, mentre aveva sotto il naso un piatto caldo di fagioli rossi – cucinati con cura da madame D’Antoine – dopo settimane passate a nutrirsi solo di riso in bianco con un giro d’olio a causa di una colica intestinale provocata, a detta del medico, dal troppo stress.
«Che ci vuole fare, dottore… Tra sei mesi ci sono le elezioni…»

Francesco Aquino, La gente di Sainte Sophie