L’editing testuale (Line editing)

Ecco, il testo ora è completo e coerente. L’autore l’ha sistemato integrando, smussando, eliminando, riscrivendo e l’ha rimandato al redattore. E questi comincia un lavoro puntuale sul testo, segnalando e suggerendo e tenendo traccia di tutti gli interventi. Possono essere fatti in un colore diverso dal nero o usando lo strumento Revisione o in qualsiasi altro modo: l’importante è che non si confondano con il resto, così che l’autore, quando riavrà indietro il file, possa vedere dove il redattore è intervenuto. Gli interventi possono essere di diverso tipo: frasi che non girano bene, locuzioni da sciogliere, vocaboli poco adatti, ripetizioni, calchi di altre parti dell’opera, imprecisioni… Possono essere insomma sia stilistici che lessicali (e può capitare che siano anche strutturali).

Una volta che il redattore ha terminato il lavoro, rimanda il file all’autore, che controlla gli interventi e decide cosa accettare o meno. Se ne discute insieme, vengono nuove idee e si trovano altre soluzioni. Finché si arriva al file definitivo. O meglio, completamente rivisto, pronto per un nuovo passaggio: la correzione bozze.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...