L’ebook spiegato a mia madre (1) – ebook, ebook reader e tablet

«…e insomma dove lavori adesso?»
«In una casa editrice digitale».
«Ah».
«…»
«…»
«È come la casa editrice dove lavoravo prima, più o meno, solo che invece che stampare i libri su carta produce ebook».
«Ah».
«Mamma, lo sai cos’è un ebook?»

Be’, ecco, forse oggi non è andata proprio così. Ma mia madre non sa che lavoro faccio più o meno da quando ho iniziato a lavorare e mantenermi da sola. E non perché io glielo tenga nascosto, ma perché io pure sono una di quei fighetti di lavoratori intellettuali e per mia madre era più facile dire che all’università arrotondavo facendo la cameriera che non spiegare alle sue amiche cosa faccio ora. Per complicarle la vita, poi, ho deciso di passare da una casa editrice tradizionale a una digitale. E allora mi sa che glielo devo. Mamma, adesso te lo spiego.

«Un ebook è un libro digitale. Un file, ma non come un file di Word».
(Che cosa sia un file mia madre lo sa benissimo – anche se forse le sue amiche no!)
«Ah. Ma non è scomodo leggere sul computer?»
«Be’, un ebook lo puoi leggere non solo sul computer ma su dei dispositivi apposta che si chiamano ebook reader. Poi lo puoi leggere anche su un tablet, come questo iPad, ma ebook reader e tablet sono cose diverse.
I tablet hanno lo schermo come quello dei computer, retroilluminato, e quindi possono affaticare di più la vista. Non sono nati apposta per leggerci sopra, fanno un sacco di cose, anche navigare su internet, e lo schermo è a colori.
Gli ebook reader, come quello lì sul tavolo, che è un Kindle, sono fatti per leggere. Hanno una tecnologia che simula la carta e infatti la chiamano ‘inchiostro elettronico’. Lo schermo è in bianco e nero, non riflette e per leggere devi avere la luce. Per me è comodissimo: con meno di 200 g ho in borsa tantissimi ebook. Così posso viaggiare leggera».
(L’ultimo dettaglio in questo dialogo conta molto, visto che io e mia madre non abitiamo nella stessa città).
«Ma perché dici che non è come un file di Word?»
«Gli ebook sono in un formato fatto apposta per permetterti un’esperienza di lettura molto simile a quella su carta: puoi anche ridimensionare il carattere o aumentare l’interlinea, così adatti la ‘pagina’ alle tue esigenze».
«Sembra comodo. Dici che devo prendere anch’io un ebook per leggere?»
«Mamma, almeno tu non fare confusione! Il dispositivo si chiama ebook reader, l’ebook è il contenuto, il libro».
«E come faccio ad avere gli ebook sull’ebook reader? Dove si prendono?»
«Te lo spiego quando vengo la prossima settimana, se no ti annoio!»
«…e non ho ancora capito che lavoro fai!»

[Questo testo, come tutti quelli della rubrica L’ebook spiegato a mia madre, è apparso 12 mesi fa sul nostro Tumblr: ecco perché risulta un po’ datato – ma non nella sostanza!]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...