Archivi tag: Valentina Coscia

Il nonno diceva che la muagia definisce l’orizzonte delle nostre vite e ne costituisce il limite tangibile. Non penso fosse un complimento, sembrava insofferente a questo legame. Mi raccontava tante cose, quando tornava a casa. Mi raccontava – lui che sapeva di grasso e di sale – delle pompe e del loro eterno sbuffare, del calore del loro cuore metallico, del muro che rendeva sicure le nostre case, di quant’era spesso e profondo. Dei misteri che si annidavano nelle sue mille stanzette, misteri perduti dalla morte dei suoi costruttori. Ma mi raccontava anche del mare, là fuori dalla muagia, che era blu e piatto sotto il sole arrabbiato d’estate e grigio-verde d’inverno. Di come profumava di fresco e d’amaro e di come prendesse a ceffoni il ferro con le sue onde, quand’era di umore cattivo. Di quanto era grande.

Valentina Coscia, Ultimo orizzonte